CODICI A BARRE (Lorenzo Chiappini)


Il sistema di codifica per codici a barre, che rientra nel più ampio sistema di codifica internazionale GS1 (sistema per la codifica dei prodotti più diffuso nel settore del largo consumo a livello mondiale):
- prevede che a ogni prodotto sia attribuito un codice identificativo a 13 cifre collegato a una corrispondente rappresentazione grafica che consiste in un simbolo a barre verticali per la lettura ottica.
Esempio di ISBN codificato come codice EAN
Esempio di ISBN codificato come codice EAN
Il codice ISBN
(International Standard Book Number) è un numero che identifica a livello internazionale in modo univoco e duraturo un titolo o una edizione di un titolo di un determinato editore, oltre a identificare il libro, si attribuisce a tutti quei prodotti creati per essere utilizzati come libro. Codificato come codice a barre serve per velocizzare tutte le attività commerciali.

L'Agenzia ISBN offre il servizio di trasformazione dei codici ISBN in codici a barre fornendo il film master del codice a barre in originale più una copia con fattore di ingrandimento 1 e massima riduzione in altezza (formato standard mm 37,29 x 22,45). Sopra il codice a barre é scritto il codice ISBN in carattere OCR B.
La posizione raccomandata per il codice a barre per le pubblicazioni è sulla quarta di copertina, nel quadrante in basso a destra, vicino al dorso.
Si ricorda che, nel caso in cui la copertina sia di materiale liscio e uniforme, si può utilizzare anche il fattore di ingrandimento 0,8 (formato ridotto mm 29,83 x 21,01).
Per quanto riguarda i colori da utilizzare per la stampa dei codici a barre, si raccomanda di utilizzare un colore in contrasto con lo sfondo della copertina per permettere la lettura ottica.
Le possibilità di colori sono limitate:
  • i colori che si intendono leggibili dallo scanner sono: nero, blu, verde, marrone. I fondi consentiti su cui stampare questi colori sono: bianco, giallo e rosso;
  • i colori non leggibili sono: giallo, rosso e loro derivati. I fondi non consentiti sono: verde, blu, marrone, oro, argento e derivati.
Non è consentita la realizzazione negativa del codice a barre. Ecco un video della creazione di un codice a barre:


CODICI QR


I codici QR sono simili ai codici a barre. Un esempio di cos’è un codice QR l’avete nell’immagine sopra (nel display del cellulare), o nell’immagine che si trova in fondo all’articolo. Esistono dei software sia per cellulare che per pc che servono a leggere questi codici. Esistono anche dei siti internet che generano questo tipo di codici. Ad oggi molte riviste (vedi Gazzetta dello Sport, Panorama) usano i codici QR per dei concorsi a premi. Questi possono contenere un semplice testo, come un URL, un numero di telefono e anche degli SMS (con tanto di numero del destinatario). Per generare queste immagini che contengono il codice QR esiste questo sito internet: qrcode.kaywa.com. Per decriptarli tramite il pc basta scaricare un programma da [@http://www.quickmark.com.tw/En/basic/downloadPC.asp|qui]] (è necessario registrarsi al sito). C’è anche un software per i cellulari, scaricabile da qui (anche qui serve registrarsi al sito).Il programma per il cellulare consente anche di leggere i codici a barre.Il programma per il pc si può utilizzare mettendo davanti alla webcam il codice QR, oppure leggendo direttamente un codice che si trova in sito web o in una foto che avete scaricato. P.S. sia il generatore che i programmi che le registrazioni ai siti sono gratuite.
qrcode
qrcode